Favorire la ricerca accademica nel settore dell’energia e dell’automazione

Le ampolle in vuoto di ABB

ABB  invita gli istituti accademici e di ricerca di tutto il mondo  a supportare laureati promettenti con progetti che combinino ricerche accademiche con applicazioni industriali nel campo dell’energia e dell’automazione.

L’azienda già collabora con un certo numero di gruppi accademici di ricerca in tutto il mondo. L’ABB Research Grant Program punta ad ampliare e completare la cerchia dei suoi partner universitari. Attraverso questo programma di collaborazione con le università, ABB rinforza il proprio  impegno verso un approccio di Open Innovation.

“Grazie alla collaborazione dei ricercatori dell’ABB Corporate Research Center con i migliori studenti laureati e docenti provenienti da tutto il mondo, ABB prevede di sostenere un innovativo  ecosistema dell’innovazione collaborativa”, ha commentato Claes Rytoft, Chief Technology Officer di ABB ad interim.

Il processo di richiesta inizierà il 2 settembre 2013 e si concluderà il 30 settembre 2013. Inizialmente il finanziamento sarà approvato per un anno ma il programma è destinato a finanziare progetti per altri anni ancora. Le borse di studio  avranno un importo che va dai 50 mila agli 80 mila dollari all’anno e il ricercatore principale o il richiedente principale ricoprirà una posizione di professore associato presso un’università, collegio universitario o istituto di ricerca.

I candidati vincenti saranno informati a partire dal 31 ottobre 2013 e il finanziamento avrà inizio il 1° gennaio 2014. Tutte le date possono essere  soggette a modifiche da parte di ABB.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome