Elettroidraulici antideflagranti per applicazioni pericolose

Fig. 1 – Piattaforma di perforazione offshore.
Fig. 1 – Piattaforma di perforazione offshore.

L’elettroidraulica è la più diffusa tecnologia di controllo del movimento nelle applicazioni Oil & Gas come teste di perforazione, sistemi idraulici sollevamento e ancoraggio piattaforme di perforazione offshore, bracci idraulici di movimentazione tubi di perforazione (fig. 1).

Queste applicazioni richiedono avanzata automazione, elevate prestazioni, costante affidabilità e riduzioni dei costi di funzionamento; inoltre devono garantire un elevato livello di sicurezza in qualsiasi  ambiente classificato pericoloso, in accordo alle normative internazionali di sicurezza.

Fig. 2 – Pompe a palette ed a pistoni Atex.
Fig. 2 – Pompe a palette ed a pistoni Atex.

L’ampia gamma di componenti elettroidraulici Atos è disponibile in esecuzione antideflagrante, certificata secondo ATEX Direttiva 94/9/CE Gruppo II per applicazioni in superficie, compresi i cilindri ISO 6020-2 e pompe a palette fisse ed a pistoni assiali a cilindrata variabile (fig.2).

Fig. 4 – Valvole antideflagranti.
Fig. 3 – Valvole antideflagranti.

Le valvole antideflagranti offrono le migliori prestazioni in termini di limiti operazionali con soli 8 o 12 watt di corrente assorbita e sono disponibili in esecuzione on-off e proporzionale, per controlli direzione, pressione e portata. Sono certificate in accordo alle normative ATEX, UL, IECEx e ROSTECHNADZOR e anche SIL3 “Safety Integrated Level” secondo la normativa IEC 61508 (fig.3). La versione per bassa temperatura è progettata per resistere in ambienti con temperatura fino a -40°C, considerata il limite estremo per applicazioni idrauliche.

Fig. 3 – Centrale per il settore oil & gas.
Fig. 4 – Centrale per il settore oil & gas.

Scoda, divisione sistemi di Atos, grazie alla sua esperienza nel settore Oil & Gas, progetta e realizza moderne centrali idrauliche adatte alle specifiche applicazioni ed equipaggiate con soluzioni idonee a resistere a condizioni ambientali aggressive, come cabine armadi isolati, collegamenti senza trafilamenti e speciali trattamenti di verniciatura omologati per le applicazioni navali ed offshore (fig.4). Centrali idrauliche e sistemi sono forniti con manuale tecnico comprendente dichiarazione di conformità e istruzioni di montaggio, nonché certificazioni antideflagranti e tutti i documenti necessari all’operatore per velocizzare le procedure di avviamento. Un importante  esempio di applicazione elettroidraulica moderna e di successo è quello relativo al funzionamento dalle teste di perforazione nei pozzi petroliferi. Esse sono equipaggiate con bracci idraulici che accoppiano automaticamente le sezioni dei tubi di perforazione.

Fig. 5 – Controlli direzionali in anello chiuso.
Fig. 5 – Controlli direzionali in anello chiuso.

Queste automazioni avanzate sono controllate dalle nuove servoproporzionali Atos con elettronica antideflagrante a bordo valvola (fig. 5).

L’integrazione dell’elettronica digitale alle valvole antideflagranti consente di gestire controlli indipendenti in anello chiuso e di limitare le comunicazioni con l’unità centrale di controllo remota ai soli segnali di comando e diagnostica, attraverso le interfacce CAN-Bus o Profibus

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome