La stazione? Sarà verticale

Non sappiamo se questo progetto vedrà mai la luce, ma di certo sarà un trionfo anche di oleodinamica e pneumatica se prenderà corpo nel futuro dei nostri nipoti. Pensate a quanto spazio occupa una stazione ferroviaria come quella di Roma o di Milano, in città dove la superficie è sempre più preziosa. E pensate a quanto sia scomodo a volte raggiungere la carrozza di treni molto lunghi.

FOTO 1 HighSpeedVerticalTrainHub

La soluzione l’hanno trovata Christopher Christophi e Lucas Mazarrasa, due progettisti inglesi che nell’ambito del concorso Skyscraper 2014 eVolo hanno immaginato una stazione verticale che occupa poco spazio e che consente di accedere ai treni mediante comodi ascensori. Niente di immediato, perché è stato tratteggiato il futuro delle metropoli del 2075 libere da binari (che saranno sotterranei) e con stazioni grattacielo che faranno guadagnare spazio. 

Il concept dei due giovani progettisti, chiamato Hyper-Speed Vertical Train Hub, prevede che gli scomparti dei vagoni siano costruiti con lo stesso concetto dei sedili di una ruota panoramica che mantengono i viaggiatori sempre nella giusta posizione. E i binari saranno magnetici.  Secondo i progettisti le stazioni avranno più o meno le dimensioni dell’Empire State Building e ogni modulo del treno sarà in grado di trasportare dieci passeggeri. I treni saranno anche veloci, in grado di sfiorare i 1000 chilometri all’ora.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome