Inaugurato a Pavia un nuovo simulatore di terremoti

Il 6d Lab progettato per valutare le prestazioni sismiche di diversi tipi di elementi non strutturali, è in grado di provocare gli effetti di una scossa di terremoto, verificare i danni alle costruzioni e prevenirli, provocando oscillazioni bidirezionali, in orizzontale e verticale.

Il simulatore sismico multiassiale 6d Lab è stato inaugurato nel settembre scorso presso la Fondazione Eucentre di Pavia, ente europeo di formazione e ricerca in ingegneria sismica.

Il 6d Lab, il primo simulatore di questo tipo in Europa progettato per valutare le prestazioni sismiche di diverse tipologie di elementi non strutturali, è in grado di riprodurre gli effetti di una scossa di terremoto, verificare i danni alle costruzioni e prevenirli, provocando oscillazioni bidirezionali, in orizzontale e verticale.

Possibile è analizzare il grado di vulnerabilità sismica di elementi architettonici, meccanici o impiantistici degli edifici, consentendo ai costruttori di verificare nuovi sistemi per ridurre il rischio sismico dei fabbricati.

«Nonostante sia cresciuta la consapevolezza che i costi e gli effetti derivati da un evento sismico sono largamente condizionati dai danni subiti dagli elementi non strutturali, la progettazione e l’adeguamento degli edifici esistenti sono ancora condotti trascurando l’esistenza di questi elementi» dice il presidente della Fondazione Eucentre, Riccardo Pietrobissa.

La nuova piattaforma costituisce un ampliamento tecnologico delle strutture di prova esistenti nel centro che comprendono già lo Shakelab (Laboratory for Training and Research in Earthquake Engineering and Seismology) e il Datalab, dove sono sviluppati i modelli matematici e i software previsionali.

«Sappiamo cosa c’è dopo, ma non conosciamo cosa c’è prima e cosa succede alla costruzione durante le scosse» prosegue Pietrobissa.

«Grazie a queste piattaforme possiamo sottoporre un’abitazione a una scossa di terremoto controllata, registrando ogni modificazione nella struttura. Questo consente di mettere a punto strategie per il consolidamento di edifici esistenti».

L’inaugurazione del nuovo laboratorio è avvenuta durante il convegno scientifico “International Conference on Advances in Experimental Structural Engineering”, svoltosi nella sede di Eucentre, in cui è stata riprodotta la stessa dinamica e magnitudo del terremoto di Taiwan del 1999 (7.3 della scala Richter) su un ambiente ufficio, completo di arredi.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome