Parker Hannifin annuncia la divisione Parker Bioscience

La nuova struttura ha l’obiettivo di fornire soluzioni di bioprocesso, food & beverage e assistenza sanitaria, prima rese disponibili tramite il marchio Parker domnick hunter. 

Parker Hannifin ha annunciato la creazione della divisione Parker Bioscience. La nuova divisione, che ha sedi a Birtley, nel Regno Unito e ad Oxnard, in California, fornirà soluzioni internazionali di bioprocessing, di food and beverage e assistenza sanitaria che in precedenza erano fornite attraverso il marchio Parker domnick hunter.

Parker Bioscience progetta, fornisce e distribuisce sistemi completi per la produzione farmaceutica e biofarmaceutica e rende disponibili soluzioni di filtrazione per l’industria alimentare e delle bevande a livello mondiale.

Le soluzioni di bioprocessing integrate fornite da Parker Bioscience accelerano i tempi di sviluppo, aumentano l’efficienza e la sicurezza e consentono una qualità riproducibile. Incorporando SciLog e domnick hunter, Parker Bioscience unisce i sistemi di filtrazione, i sistemi di controllo dei fluidi e i sensori in soluzioni automatizzate single-use.

La nuova divisione si baserà anche sulla solidità di Parker domnick hunter nei settori alimentare e delle bevande, per i quali propone una vasta gamma di soluzioni di filtrazione. Parker Bioscience ha competenze specialistiche nei settori della produzione di birra, acqua in bottiglia, vino e prodotti lattiero-caseari e supporta le aziende in ottica di miglioramento del controllo dei processi, dell’efficienza e della sicurezza nei processi di produzione e confezionamento.

La nascita della nuova divisione coincide con l’incremento degli investimenti di Parker Hannifin nel sito di Birtley, nel Regno Unito. Nel 2017, la società ha annunciato che la struttura ha iniziato a produrre i sistemi automatizzati di bioprocessing, completando la produzione esistente nel sito di Oxnard, in California, mentre il 2016 ha visto l’introduzione di una nuova camera bianca ISO 7 nella struttura, dalla quale Parker Bioscience ora progetta e produce sistemi single-use che includono sistemi piping, contenitori rigidi, sistemi di filtrazione, sensori e altri componenti da applicare nell’industria del processo farmaceutico. Questa ulteriore capacità produttiva consentirà a Parker Bioscience di completare più efficacemente le soluzioni offerte ai mercati biofarmaceutici in Europa, accorciando la catena di fornitura, rendendo più facile per questi produttori l’utilizzo a sistemi automatizzati, e ricevendo un supporto tecnico specializzato. L’investimento significa anche che Parker Bioscience può offrire una capacità produttiva più solida, basata sulle capacità dei suoi due siti: un’importante tassello per la pianificazione della continuità operativa.

Kris Holmes, business unit manager di Parker Bioscience, ha dichiarato: «La divisione Parker Bioscience dimostra il forte impegno costante di Parker Hannifin nei confronti dei suoi clienti nei settori della produzione biofarmaceutica e alimentare. In concomitanza con un aumento degli investimenti nel sito di Birtley, questo è un importante passo avanti per le nostre operazioni nel Regno Unito e accresce ulteriormente la nostra capacità di soddisfare i mercati europei».

Condividi

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome